Domande sull'ambientazione

La prima, nuova ambientazione d20 creata interamente in Italia!

Messaggioda Beltigan » mar apr 25, 2006 12:07 pm

Salve ancora, sono ancora io a rompere :P
Volevo sapere, siccome volevo introdurre nel mio gruppo gli effetti dell'alcool, se c'erano vini o alcolici particolari per questa ambientazione.
Mi sembra di aver capito che c'è un vino baeltermiano ed un tradionale liquore venmoskiano.
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda Lucio Borgia » mar apr 25, 2006 8:24 pm

Figurati Beltigan, chiedi pure tranquillo! [;)]
Si, ricordi bene, il tipico liquore venmoskano è l'<b>uljov</b> una bevanda con una forte componente di anice, che uomini e donne del paese consumano(secondo la tradizione) tre volte al giorno. L'uljov è una merce molto costosa, così come gli alcolici cui alludevi nella seconda parte del post, distillati nel <b>Granducato di Beltaermia</b>; tra questi, sono sicuramente prestigiosi i vini del ducato <b>Foglia D'oro</b>, presieduto dalla Corte dell'Autunno del satiro Leodippos.

<center><b>Fabio Passamonti</b></center>
<center>Immagine</center>
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Etienne De Crunayere » mer apr 26, 2006 9:27 am

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Originally posted by Lucio Borgia</i>

Moltissime organizzazioni criminali (e non) che operano nel Tûr, soprattutto nella città portuale di Kurtbann (chiamata Stiposcuro non a caso) si stanno arricchendo a spese dei deportati.
<hr height="1" noshade id="quote"></font id="quote"></blockquote id="quote">

Molte forse, ma sicuramente NON TUTTE [8D]

Più passa il tempo più mi rendo conto, giocando e leggendo il forum, che la società su Cyphelas è davvero complessa.. esistono DAVVERO dei fragili equilibri tra le nazioni, ed ognuna di esse ha i propri scopi e una propria identità distinta. Tanto che molti utenti del forum hanno percepito e capito perfettamente le caratteristiche di questo mondo senza bisogno di supplementi (che comunque aspettiamo con Ansia perchè vogliamo sapere TUTTO :D). La cosa spettacolare che mi ha "fulminato" proprio mentre sono in ufficio, cercando di non farmi sgamare :P, è che in questo mondo si verificano (ed il mio sesto senso da Ardito dice anche "e si verificheranno") eventi che interessano tutto "il mondo conosciuto" (e anche qui il mio sesto senso ha qualcosa da ridire...). Devo purtroppo concludere bruscamente che i clienti non mi danno tregua...

_________________________
"Dimmi dunque, uomo di latta, che nome vuoi inciso sulla tua lapide?"
Immagine
http://s4.bitefight.it/c.php?uid=31483
Avatar utente
Etienne De Crunayere
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mar ott 04, 2005 4:39 pm
Località: Italy

Messaggioda Beltigan » lun mag 08, 2006 7:23 pm

Domandina.
Volevo sapere che ruolo hanno i Vampiri in Methyrfall e se esistono.
Nel manuale mi sembra di non aver letto nulla in proposito, tranne quando si parla dei non-morti in generale, ma i Vampiri si possono considerare una clase elitaria di queste aberrazioni e potrebbero avere un ruolo sociale ben definito.
Lo chiedo perchè volevo inserire un vampiro in una mia avventura ed avere perciò chiarimenti in merito.
Byez :-)
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda Lucio Borgia » lun mag 08, 2006 8:31 pm

Domandona direi! [:D] I <b>non-morti</b>, proprio perché legati al Flusso (che li ha riportati in vita), saranno un argomento certamente approfondito nel supplemento che riguarderà la <b>Magia di Cyphelas</b>. Posso però darti qualche dritta sui vampiri, giusto per farti capire la direzione in cui muoverti. Inoltre, di particolare utilità saranno tutte le indicazioni che troverai nel <b>Capitolo II</b>, inerente la Magia del <i>Methyrdom</i>.

In MethyrFall esistono molteplici spiegazioni alla nascita dei <b>vampiri</b>, così come esistono differenti progenie di queste dannate creature. Difformi sotto molti punti di vista, i vampiri di Cyphelas sono accomunati tuttavia da una caratteristica comune: la "Sete Scarlatta". Il nome dato a questa maledizione è antico, presumibilmente di origine <i>welzar</i> o <i>elfica</i>, dato che proprio questi due popoli ebbero la sfortuna di conoscere per primi il mostruoso fenomeno.
Tra l'altro, solo individui caratterizzati da grande passionalità tornarono alla vita sotto questa forma, il che spiegherebbe anche il motivo per cui la maggior parte di essi appartenga alle due razze citate precedentemente.
I welzar hanno imparato a temere e rispettare, nel corso dei secoli, il buio della notte e le creature che in esso si nascondono. In particolare una credenza riconosce l’esistenza del “<b>masticatore-di-sudari</b>”, una creatura a cavallo tra la vita e la morte, il cui eterno supplizio condurrebbe alla follia coloro che si trovano nelle vicinanze della sua tomba, turbati dal suono continuo del suo masticare.
Tra gli elfi splendenti invece, è piuttosto diffuso il mito del <b>vrykolak</b>, spirito esiliato e vendicativo. Questa forma particolare della maledizione colpisce quanti in vita hanno portato infamia al proprio nome o, peggio, sembra affliggere coloro che non ne hanno ricevuto uno al momento della nascita. Poiché per gli elfi splendenti il battesimo e la cerimonia del nome rivestono un’importanza fondamentale, la mancanza di questi sacrali requisiti è avvertita come una vera e propria condanna.
Il vrykolak si desta dal suo anonimo sepolcro al tramonto, sceglie una vittima bussando alla sua porta, per poi invocare ripetutamente il suo nome. Se lo sfortunato risponde alla chiamata, la sua fine è segnata e il vrykolak lo perseguiterà fino alla morte.


<center><b>"You can't withstand the power of <i>methyrdom</i>!"</b></center>
<center>Immagine</center>
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Beltigan » lun mag 08, 2006 9:57 pm

Grazie Lucio!
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda Beltigan » sab mag 13, 2006 11:02 am

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Originally posted by Lucio Borgia</i>

I <b>non-morti</b>, proprio perché legati al Flusso (che li ha riportati in vita), saranno un argomento certamente approfondito nel supplemento che riguarderà la <b>Magia di Cyphelas</b>.<hr height="1" noshade id="quote"></font id="quote"></blockquote id="quote">
No, così non vale! [:D][:D]
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda Lucio Borgia » sab mag 13, 2006 11:42 am

Eh...[:p][:D] di carne da mettere al fuoco ce n'è, lo sappiamo. Seguiteci e non resterete delusi [;)] La scaletta della linea che abbiamo in mente (e che stiamo realizzando) è piuttosto ricca e definita. Per ora ogni nostra attenzione è convogliata nel far uscire il prima possibile il supplemento già realizzato, ossia lo Schermo/Avventura del Dungeon Master di MethyrFall.

<center><b>"You can't withstand the power of <i>methyrdom</i>!"</b></center>
<center>Immagine</center>
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Ares » dom mag 14, 2006 10:46 pm

non vedo l'ora che esca...
cmq una domandina al volo:
L'arma preferita dei chierici di Asondar è veramente il mazzafrusto o vi siete sbagliati???
A parte il fatto che era sempre stata l'arma preferita di divinità caotiche, ma quando avete descritto il teocrate tra i talenti non ci sono i due che dovrebbero riferirsi a quest'arma. Ci sono due talenti e si riferiscono alla spada bastarda. Eppure i talenti elencati sono giusti giusti quelli che dovrebbe avere. I talenti bonus derivanti dal dominio non sono stati inseriti in quanto considerati un potere di dominio oppure c'è stata veramente una svista?
Avatar utente
Ares
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer apr 26, 2006 11:30 am
Località: Italy

Messaggioda Beltigan » lun mag 15, 2006 10:05 am

Ottima osservazione Ares.
Avrei una domandina pure io. I nani utilizzano cavalcature? Se si di che tipo?
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda ator » lun mag 15, 2006 11:00 am

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Originally posted by Ares</i>

non vedo l'ora che esca...
cmq una domandina al volo:
L'arma preferita dei chierici di Asondar è veramente il mazzafrusto o vi siete sbagliati???
A parte il fatto che era sempre stata l'arma preferita di divinità caotiche, ma quando avete descritto il teocrate tra i talenti non ci sono i due che dovrebbero riferirsi a quest'arma. Ci sono due talenti e si riferiscono alla spada bastarda. Eppure i talenti elencati sono giusti giusti quelli che dovrebbe avere. I talenti bonus derivanti dal dominio non sono stati inseriti in quanto considerati un potere di dominio oppure c'è stata veramente una svista?
<hr height="1" noshade id="quote"></font id="quote"></blockquote id="quote">

Sbagliati, noi? COME OSATE!!!! [:(!][}:)][:(!][}:)]

Eheh, scherzi a parte la scheda del Teocrate è corretta così come la scelta dell'arma preferita. Difatti, abbiamo seguito la prassi dei manuali Wizards (almeno, le prassi vigenti all'epoca dell'uscita dell'Ambientazione! [}:)]) e i talenti bonus derivati dai poteri concessi di Dominio non sono stati ripetuti nella scheda dei PNG alla voce "talenti".
Disconosco la tradizione da te citata [:x)] (mazzafrusto=divinità C) e confermo la scelta di quell'arma, tesa a rafforzare l'idea che Asondar non sia un dio malvagio ma che, ciò nondimeno, abbia una visione della guerra e del conflitto abbastanza cruenta e realista.

Sui nani: in genere non si tratta di grandi cavalieri, oltre che per ragioni fisiche anche per i territori montani in cui gli imperiali si trovano a viaggiare. DM tradizionalisti possono abbinare ai nani i "soliti" grifoni, ma scelte meno fanta-fantasy potrebbero indurre semplicemente a far cavalcare dai nani muli (nel caso di commercianti e popolani) o pony da guerra (nel caso di PG, combattenti e PNG di rango più elevato).

Alessandro Santori / R'DICE Games Development
ator
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer feb 16, 2005 1:37 am

Messaggioda Ares » lun mag 15, 2006 1:24 pm

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote">confermo la scelta di quell'arma, tesa a rafforzare l'idea che Asondar non sia un dio malvagio ma che, ciò nondimeno, abbia una visione della guerra e del conflitto abbastanza cruenta e realista.
<hr height="1" noshade id="quote"></font id="quote"></blockquote id="quote">

Veramente ottima la motivazione... Effettivamente avevo pensato che aveste seguito la linea ufficiale dei prodotti concorrenti, ma volevo essere sicuro. Cmq, sempre nei prodotti concorrenti(quelli cui eravamo abituati da sempre prima della Vostra Venuta), il mazzafrusto è l'arma associata alla guerra e al caos per via della sua conformazione.
CURIOSITA'
Realisticamente parlando, le mazze e i mazzafrusti erano armi proprio terribili dal punto di vista dei danni. Difficilmente si sopravviveva ad un duro colpo subito da queste armi, per via delle lesioni interne o delle ferite sfrangiate che producevano. Quest'ultime, a causa delle limitate conoscenze chirurgiche e di medicina, erano difficilissime da curare e nella quasi totalità dei casi andavano in necrosi provocando morti molto dolorose. Solo i guerrieri più forti le usavano, ed erano considerate armi crudeli, tanto che la chiesa le aveva bollate come disonorevoli e sacrileghe al pari dei primi archibugi o delle balestre.
Facevano eccezione le mazze da cavaliere, che però si utilizzavano principalmente nelle giostre per sbilanciare gli avversari. Negli eserciti legati alla chiesa di roma non si adoperavano, mentre nelle crociate se ne fece largo uso. Questo perchè erano molto efficaci contro le corazze in maglia che usavano i saraceni, le quali erano molto resistenti alle armi da taglio. Il fatto che si combattesse contro gli infedeli puliva velocemente le coscenze anche dei più "integerrimi" cavalieri...

Immagine

Ares Armaine, Maestro Lama Danzante
Avatar utente
Ares
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer apr 26, 2006 11:30 am
Località: Italy

Messaggioda Lucio Borgia » lun mag 15, 2006 2:37 pm

Vero. Il Teocrate infatti <i>è contentissimo</i> che i Templari del Miliziano purifichino le loro coscenze mandando all'altro mondo un gran numero di Corrotti ([:x)]) con le loro <b>devastanti cariche a cavallo</b> [;)]. A parte scherzi, l'arma scelta da ciascuno dei Nove riflette allegoricamente una parte del suo pensiero. La <b>mazza di Ljord è uno scettro</b>, simbolo di autorità regia, la <b>rete di Jela-Mirg</b> non infligge danno ad alcun essere vivente, ed <b>è simbolo della connessione tra le vite dei mortali</b>. Il <b>mazzafrusto di Asondar è la cruda e (assai poco raffinata) idea di verità e giustizia dei suoi fedeli</b>. Immaginalo come il peso sulla bilancia del giudice, se vuoi farti un'idea anche figurativa (e filosofica) dell'arma [;)]

<center><b>"You can't withstand the power of <i>methyrdom</i>!"</b></center>
<center>Immagine</center>
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Gawen di Kinner » mar mag 16, 2006 2:21 pm

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"> Vero. Il Teocrate infatti è contentissimo che i Templari del Miliziano purifichino le loro coscenze mandando all'altro mondo un gran numero di Corrotti () con le loro devastanti cariche a cavallo <hr height="1" noshade id="quote"></font id="quote"></blockquote id="quote">

Entarias MODE ON:

"Già...Già...Forse è tempo che le prede diventino cacciatori..." - Nello sguardo stretto nell'oscurità della falda del cappuccio uno sguardo di bramosia e un insano barlume di FOLLIA.

Etienne: "Mmm...Entarias? ENTARIAS?! Perchè mi fissi così???"

"Ahem...Come Etienne? [|)] Scusami..?" - Senza accorgersi della presa rilasciata sulla bacchetta nera alla cintola.



O maladetto, o abominoso ordigno,
che fabricato nel tartareo fondo
fosti per man di Belzebú maligno
che ruinar per te disegnò il mondo,
all’inferno, onde uscisti, ti rasigno. –
Cosí dicendo, lo gittò in profondo.
[Orlando Furioso, Canto III]

http://s4.bitefight.it/c.php?uid=23047
Avatar utente
Gawen di Kinner
 
Messaggi: 0
Iscritto il: sab apr 09, 2005 8:57 pm
Località: Aldhéminath

Messaggioda Beltigan » gio ago 10, 2006 6:59 pm

Ok, aspettando le vacanze, mi sono riletto il manuale e mi sono venute altre domande da fare.
Le prime riguardano Celya e sono queste: i sacerdoti di Celya esistono? E se si, lui risponde alle loro preghiere (in termini di gioco se i chierici di Celya possono lanciare incantesimi)? Esiste un'organizzazione, una congrega o una setta? Le stesse domande poi per Necrad.
Poi, nella Galleria dei Png, ho visto che Kronimbranus è un chierico di Etras, però nel suo equipaggiamento c'è un simbolo sacro di Ljord, volevo sapere se è un errore oppure c'è qualcosa sotto... 8)
Passiamo all'altra domanda, i Messi della Confraternita devono controllare i pacchi che trasportano (o le lettere) oppure è richiesta loro la riservatezza?
Ultima domanda, volevo sapere se gli aldhèmi, vista la loro affinità con i draghi, li cavalcano anche e se magari nei futuri supplementi ci potrebbe essere qualche CdP in tal senso. :o

Ok ok, sono tante domande e forse qualcuna un po' troppo invandente. :wink: ma tentar non nuoce :P

Saluti a tutti! :lol:
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Methyrfall

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron