Domande sull'ambientazione

La prima, nuova ambientazione d20 creata interamente in Italia!

Messaggioda Lucio Borgia » sab mar 18, 2006 5:18 pm

Dunque, mi scuso in anticipo per la lunghezza del post, ma le digressioni sono assolutamente necessarie per la corretta comprensione della risposta alla tua domanda (assolutamente puntuale e calzante).

Non è un caso che il ruolo dell'Inquisizione nilmasiana sia decisamente controverso, anzi. La chiesa del Miliziano (per lo meno quella di Nilmasia) è quella in assoluto più legata alla politica e all'amministrazione del potere temporale, oltre che spirituale. I Nove di Cyphelas non sono divinità <i>tipiche</i> di un pantheon politeista. Nonostante concedano poteri e benedizioni ai loro sacerdoti, il loro operato è spesso imperscrutabile anche agli occhi dei loro diretti ministri. Gli stessi chierici che li raffigurano come mortali, sanno che essi (al momento della trasfigurazione) hanno abbandonato il reame della materia, diventando puro pensiero e filosofia.

I dogmi di fede, le eresie e i misteri legati alla politica delle confessioni <b>saranno argomento centrale dell'evoluzione futura di Cyphelas</b> (non è un caso che l'anno di partenza della cronaca ufficiale sia stato indicato come l'inizio della crociata contro El Tessnir).
Veniamo al ruolo degli inquisitori. Le fondamenta culturali del movimento sono rintracciabili nell'Eptateuco, una immensa raccolta di disposizioni a cavallo tra i sacro e il profano (paragonabile per mole e struttura alle antiche compilazioni di Giustiniano). Come spesso accade, <b>l'interpretazione della legge</b> è si il modo con cui questa viene applicata, ma è anche il principale movente delle sue distorsioni e <i>interpretazioni estensive</i>.

Inizialmente, la chiesa nilmasiana ha utilizzato questo immenso corpo giuridico come uno strumento per regolare il paese, una terra devastata dall'invasione orchesca. Le sue regole hanno quindi unito elementi sacri (come l'ascesa di Ljord Asondar ed Etras, la lotta alle aberrazioni e ai non morti in quanto distorsioni della mondo naturale) a parti del tutto laiche (come il bisogno di organizzare e controllare il potere temporale). Ciascuno dei nove Teocrati che si sono succeduti (da quando Nilmasia è diventata una ieracocrazia) ha (a seconda delle proprie inclinazioni personali e morali) contribuito a variare l'applicazione dell'Eptateuco. Alcune di queste autorità ecclesiastiche hanno inasprito il contenuto delle leggi (ad esempio includendo i licantropi nella definizione di <i>Corrotti</i>, in quanto espressione di un potere irrazionale, devastante e assolutamente incontrollato), altri ministri di Asondar, invece, hanno applicato con morigeratezza le stesse leggi.

Questo è possibile, oltre che auspicabile, alla luce di due considerazioni. La prima, di carattere squisitamente tecnico è la seguente: Asondar, è una divinità Legale-Neutrale. Incarna la consapevolezza dei mortali di dover ricorrere all'ordine, per assicurare la propria prosperità e sopravvivenza. Tuttavia, proprio perché Legale-Neutrale, i suoi dogmi possono essere seguiti sia da personaggi di allineamento Legale-Buono, che da individui Legali-Malvagi (se consideri la regola del "passo", contenuta nel Manuale del Giocatore).

La seconda considerazione, legata all'ambientazione quanto alle riflessioni di cui sopra, riguarda invece l'interpretazione dell'<b>allineamento morale</b>, che come sai è piuttosto rilevante e peculiare in MethyrFall. L'etica e la morale non sono necessariamente legate alle virtù e alle ragioni di stato, così come la cultura e il patrimonio di esperienze personali di un individuo non sono riducibili in due sole parole.

Janus, ultimo Teocrate e figura drammatica di uomo di stato, ha inserito gli gnomi Tessen nella definizione di Corrotti contenuta all'interno dell'Eptateuco. Questo solo in virtù delle sue scelte politiche, è ovvio, ma giustificando la manovra alla luce degli atavici pregiudizi dei Nani Imperiali e di altre credenze di antico e obsoleto retaggio.
Chiese di Asondar di altri paesi o razze, possono essere estranee a questa politica o appoggiarla apertamente (come quella della Repubblica Dommkatoriana). Tale complessità religiosa arricchisce certo il panorama di un gioco che ha come palcoscenico un mondo vivo e con la pretesa di essere <i>reale</i>.

Immagine

Fabio Passamonti / R'DICE Games Development
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Gwel_Dao » dom mar 19, 2006 4:16 pm

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">quote:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Originally posted by ator</i>
...sono gli <u>elfi del cielo</u> a ritenere gli allineamenti degli stadi morali da percorrere nel modo e nella direzione descritti.
<hr height="1" noshade id="quote"></font id="quote"></blockquote id="quote">

Eh, si.Si sa ke solo tra le più alte cime del Dommkator la mente riesce a raggiungere livelli di saggezza qsi celeste.[^]
Un calorosissimo benvenuto a Beltigan.[:D]
Rifletto l'invito di Etiénne, se dovessi passare quassù nel Dommkator, la mia casa è aperta a tutti i visitatori.[;^)]

___________________________________________________________________________________________

"Gwel Dao delle aquile.
La sua mano può essere piuma.
La sua mano può essere artiglio."
Avatar utente
Gwel_Dao
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer nov 02, 2005 5:56 pm
Località: Monastero Nido dei venti (Pikki inaccessibili del Dommkator)

Messaggioda Etienne De Crunayere » lun mar 20, 2006 10:21 am

una precisazione... è da un pò che vedo il mio bellissimo nome storpiato con accenti di vario genere...

non è Etiennè (capito Gawen?) e non è Etiénne (capito Gwel Dao?) ... il mio nome è scritto senza accenti... la cosa che mi sorprende è che siate proprio voi due a fare uno scempio del genere @_@



_________________________
"Dimmi dunque, uomo di latta, che nome vuoi inciso sulla tua lapide?"
Immagine
http://s4.bitefight.it/c.php?uid=31483
Avatar utente
Etienne De Crunayere
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mar ott 04, 2005 4:39 pm
Località: Italy

Messaggioda Gwel_Dao » lun mar 20, 2006 12:18 pm

Hai xfettamente ragione!!![:(]
Un ardito del tuo calibro nn ha bisogno di accenti sul proprio nome, è già abbastanza fico di x se.[8D]
Scusami tanto, amico ma ultimamente sto respirando troppo ossigeno e il mio linguaggio ne risente.[xx(]

Scusa ancora Etiènné...[:D]

___________________________________________________________________________________________

"Gwel Dao delle aquile.
La sua mano può essere piuma.
La sua mano può essere artiglio."
Avatar utente
Gwel_Dao
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer nov 02, 2005 5:56 pm
Località: Monastero Nido dei venti (Pikki inaccessibili del Dommkator)

Messaggioda Lucio Borgia » gio mar 23, 2006 1:38 pm

<b>Le classi base e le CdP</b>, che sono una parte fondamentale dell'ossatura di un'ambientazione (per D&D, nello specifico) hanno subito e subiranno una grossa operazione di restyling con le produzioni della linea di MethyrFall. Posso fin da adesso annunciarvi però, che si tratterà di modifiche riguardanti il più esatto collocamento della spacifica classe in una regione o nei canoni di una cultura precisa, piuttosto che la semplice invenzione di qualche nuova Classe di Prestigio "<i>aspecifica</i>".

Immagine

Fabio Passamonti / R'DICE Games Development
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Etienne De Crunayere » gio mar 23, 2006 2:52 pm

cosa che già avviene in maniera sottilmente velata nel manuale base. OTTIMO.

_________________________
"Dimmi dunque, uomo di latta, che nome vuoi inciso sulla tua lapide?"
Immagine
http://s4.bitefight.it/c.php?uid=31483
Avatar utente
Etienne De Crunayere
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mar ott 04, 2005 4:39 pm
Località: Italy

Messaggioda Gwel_Dao » gio mar 23, 2006 4:15 pm

OK. ma nn è stata fatta, cmq, nessuna nuova CdP x monaci, come ho già fatto notare.

___________________________________________________________________________________________

"Gwel Dao delle aquile.
La sua mano può essere piuma.
La sua mano può essere artiglio."
Avatar utente
Gwel_Dao
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer nov 02, 2005 5:56 pm
Località: Monastero Nido dei venti (Pikki inaccessibili del Dommkator)

Messaggioda Lucio Borgia » gio mar 23, 2006 5:22 pm

Se vogliamo parlare approfonditamente delle Classi c'è un Topic nella sezione tecnica [;)]. Comunque sia per i monaci (di un certo tipo) c'è L'Artiglio del Predatore.
I monaci sono poco diffusi su Cyphelas, tranne che tra gli elfi del cielo (che hanno quella classe proprio come preferita) e all'interno dei pochi conventi di Ljord e Asondar costruiti nelle Terre Sovrane; inserire troppe CdP (e nel manuale che ne sono in abbondanza) era sconveniente.
Nei supplementi successivi ce ne saranno di nuove ad hoc, sempre legate allo stile e ai caratteri dell'Ambientazione.

Immagine

Fabio Passamonti / R'DICE Games Development
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Beltigan » gio mar 23, 2006 6:04 pm

Non ho ben capito.
Cambierete solo il background delle classi o anche aspetti tecnici? Per farla spicciola BAB, privilegi di classe ecc..
Lo so, forse son troppo curioso :P
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda Lucio Borgia » gio mar 23, 2006 8:30 pm

Soddisfiamo la tua curiosità va' [:D]
cambieremo anche le capacità tipiche delle classi, in modo che si confacciano meglio al background tipico delle razze/culture/regioni di Cyphelas.

Soddisfatti? [;)]

Immagine

Fabio Passamonti / R'DICE Games Development
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Gwel_Dao » ven mar 24, 2006 3:31 pm

Insomma...

___________________________________________________________________________________________

"Gwel Dao delle aquile.
La sua mano può essere piuma.
La sua mano può essere artiglio."
Avatar utente
Gwel_Dao
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mer nov 02, 2005 5:56 pm
Località: Monastero Nido dei venti (Pikki inaccessibili del Dommkator)

Messaggioda Gawen di Kinner » ven mar 24, 2006 9:07 pm

Dai Gwel! Che importa se non ci sono CdP per i monaci quando sei tu il vero fulcro del tuo personaggio!! (Giusto Etienne?! [:D] Un uomo una classe di prestigio e sboroneria...[(#)][(#)][(#)]) Sei tu che sfumi il personaggio non il fatto di far parte di una determinata classe di prestigio o meno, diciamo invece che servono per "abbellire" la caratterizzazione non per tagliarne un'impronta. [;)] E poi dai, su non essere così rigido su questi argomenti! [(#)][(#)]
Dai Gwel, ANDIA...PASSIAMOCI SU...[:D][:D][:D][:D][:D]

O maladetto, o abominoso ordigno,
che fabricato nel tartareo fondo
fosti per man di Belzebú maligno
che ruinar per te disegnò il mondo,
all’inferno, onde uscisti, ti rasigno. –
Cosí dicendo, lo gittò in profondo.
[Orlando Furioso, Canto III]

http://s4.bitefight.it/c.php?uid=23047
Avatar utente
Gawen di Kinner
 
Messaggi: 0
Iscritto il: sab apr 09, 2005 8:57 pm
Località: Aldhéminath

Messaggioda Etienne De Crunayere » sab mar 25, 2006 12:06 pm

Allora... manteniamo come punto fermo il fatto che il personaggio lo fa il giocatore con l'interpretazione.. e basta. Non è lo schivare prodigioso o l'essere immune alla paura che fanno di Etienne De Crunaeyere un Ardito, poichè sono effetti riproducibili nei modi più disparati, è piuttosto il modo in cui IO lo interpreto che lo rende assolutamente unico, Eroico quando serve, demenziale abitualmente ed esaltato praticamente sempre. La CdP, e faccio notare che questa è la mia PERSONALISSIMA visione dell'argomento e quindi può non essere condivisibile, è una caratterizzazione che riguarda più che altro gli aspetti tecnici; il mio PG di Forgotten "Lomylithrar Imythedrion" (Grr 5, iniziato all'ordine dell'Arco di 2, Mag 2 (divinatore), Arciere Arcano 5) sarebbe stato lo stesso personaggio anche senza la doppia classe di prestigio, un Arciere, una classe che non esiste sul manuale ma che, selezionando personalmente tutti i talenti per specializzarlo nel tiro con l'arco, ho "creato" (così come un sarto su una persona) su misura per lui. L'essenza del PG non è nella classe, o nei dadi, ma è nel modo in cui il suo creatore lo vede, anzi no, lo vuole. Un esempio che calza a pennello: Proprio ieri sera, con Etienne, mi sono trovato a fronteggiare un assassino che usava lanciarsi con una bacchetta "invisibilità"... beh, l'ho affrontato, e lo avrei fatto (nel limite del possibile e dei punti ferita :D) anche se Lucio si fosse dimenticato di ricordarmi [che bella 'sta frase :D] che essendo un Ardito ho il talento Schivare prodigioso [ergo: l'assassino non poteva farmi attacchi furtivi], cambierebbe poco per Etienne essere solo un Ardito oppure un "Massacratore dell'invisibile", per come il PG è concepito quell'essere doveva essere sconfitto ed in maniera plateale possibilmente (per notizia... ho confermato il mio titolo di Sacro Apriscatole :D).

Uff.. sono andato OT... ma con l'abile parlantina da Ardito Nilmasiano torno in topic in un baleno :D *Ardito mode -On-*

Tutto questo ampio paragrafo introduttivo è per dire che apprezzo molto più il lodevole lavoro degli autori, che finora hanno mirato più alla caratterizzazione del mondo e a fornire spunti per creare personaggi unici a partire da basi canoniche e abusate (leggi manuale del giocatore), cercando di creare un mondo talmente vario e vivo da solleticare la fantasia e la sensibilità (nonchè il superego per qualcuno..) dei giocatori, cosicchè essi siano portati IN MANIERA AUTONOMONA e senza alcuna costrizione a creare personaggi non stereotipati [cosa che invece non è detto che si riesca a fare utilizzando classi di prestigio].



_________________________
"Dimmi dunque, uomo di latta, che nome vuoi inciso sulla tua lapide?"
Immagine
http://s4.bitefight.it/c.php?uid=31483
Avatar utente
Etienne De Crunayere
 
Messaggi: 0
Iscritto il: mar ott 04, 2005 4:39 pm
Località: Italy

Messaggioda Beltigan » sab mar 25, 2006 8:43 pm

Cambio un attimo argomento.
Ho visto che i nani imperiali del Dommkator dispongono di 20 legioni di circa 4000 fanti ciascuna. Il che equivale a dire un esercito di circa 80 mila nani.
Ma non è troppo? Contando anche il fatto che la città più grande della repubblica conta poco più di 80 mila nani.
Avatar utente
Beltigan
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 10, 2006 2:57 pm

Messaggioda Lucio Borgia » sab mar 25, 2006 9:25 pm

Le legioni non sono composte solamente da fanti, ma anche da frombolieri e cavalieri. L'esercito Dommkatoriano inoltre, occupa una porzione di territorio molto vasto, se consideri i presidi presso il Vallo ai confini con il Fleyrud, quelli in Beltaermia e negli altri paesi civilizzati presso cui esistono ambasciate della Repubblica (come il Drilipurt, giusto per fare un esempio).

Il numero inoltre (indubbiamente elevato) non ti deve spaventare così tanto, se consideri che il solo Giulio Cesare aveva sotto di sé ben <b>12</b> legioni (e proprio la dodicesima era notoria sopra le altre, venendo spesso citata nello opere del sovrano).


Immagine

Fabio Passamonti / R'DICE Games Development
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

PrecedenteProssimo

Torna a Methyrfall

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron