4ed

La prima, nuova ambientazione d20 creata interamente in Italia!

Messaggioda Lucio Borgia » gio giu 19, 2008 7:24 pm

Mi spiego meglio. Cercare di creare la compatibilità con la 4a Ed. è un traguardo che è sempre stato nella nostra mente.

I modi in cui questa trasposizione sarà sostanziata, invece, potranno essere molto differenti tra loro. Al vaglio ci sono numerose ipotesi e - di certo - se la scelta dovesse essere quella di non converire del tutto l'ambientazione alla 4a, sarebbero predisposti dei .pdf per permettere, a chi volesse, di farlo.

Quando l'intenzione di rendere possibile la conversione (alternativa o meno) maturò in me ed Alessandro, non era ancora possibile sapere - in maniera piena e puntuale - quali meccaniche sarebbero state innovate (e quanto in profondità) dalla nuova versione del gioco.

Di fatto, convertire un PG dalla 3.5 alla 4a Ed. è invece risultato difficilissimo, se non impossibile.

Poco male, vi sarete resi conto che supplementi del calibro di Artefici delle Maree non comprendono, salvo dovute eccezioni, grosse porzioni di materiale tecnico, essendo piuttosto veri e propri spaccati di Cyphelas.
"Il valore è comune, ma le grandi anime sono rare" - Anonimo Ardito
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda mirkolino » gio giu 19, 2008 10:50 pm

Anceh se molto coraggiosa l'idea di non mettere statstiche ma solo materiale narrativo sarebbe intrigante!

C'è poi il problema della nuova licenza della Wizards come pensate di gestirla, da quello che si legge è molto restrittiva e onn permette una ambientazione con due sistemi (3.5 e 4a insieme)
Responsabile dello studio
TERRANOVA - Grafica e GDR
Autore di Vento dell'Est
mirkolino
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven ago 11, 2006 11:48 am

Messaggioda Lucio Borgia » sab giu 21, 2008 1:02 am

Il problema, in realtà, è un altro, ed è enorme.

Sembra che la nuova licenza consenta a tutti, WotC compresa e prima di ogni altro, di impiegare (n.d.r. usare impunemente) qualsiasi concetto o idea espressa all'intero di un volume prodotto secondo le sue specifiche.

Ipotizzando una 4a Ed. di MethyrFall, cioè, sarebbe legittimo per altre case editrici far uscire loro prodotti con dentro la descrizione del methyrdom, o dei tulcaig, o ancora dei Talenti di Gruppo.

Immaginate l'impatto che una simile realtà dei fatti potrebbe avere sulle case tanto coraggiose (o folli) da contribuire???

Non mi sorprende, questa mossa è perfetta per scoraggiare il lancio di nuove ambientazioni, e in linea con la politica di produrne una all'anno, annunciata dalla WotC.
"Il valore è comune, ma le grandi anime sono rare" - Anonimo Ardito
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda mirkolino » sab giu 21, 2008 10:18 am

:(

che brutta notizia
Responsabile dello studio
TERRANOVA - Grafica e GDR
Autore di Vento dell'Est
mirkolino
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven ago 11, 2006 11:48 am

Messaggioda Lucio Borgia » sab giu 21, 2008 1:30 pm

Ator ha già studiato la licenza. Io lo sto facendo in questo momento. Appena avremo trovato tutti i possibili dettagli problematici - se la cosa vi vi interessa - li comunicheremo! :wink:
"Il valore è comune, ma le grandi anime sono rare" - Anonimo Ardito
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Hellboy » dom giu 22, 2008 12:03 am

oltre che una mossa perfetta per scoraggiare il lancio di nuove ambientazioni mi sembra anche una martellata nella palle per la stessa WOTC.

in effetti in questo modo potrebbero tenersi il monopolio delle ambientazioni di D&D.per contro in questo modo è molto probabile che la quarta edizione non veda neanche col binocolo il successo che ha avuto la terza (e a questo punto inizio a sentire il fortissimo desiderio di augurarglielo) che è stata un progetto ambizioso e sicuramente riuscito.

approfitto anche per fare una domanda a proposito della licenza.chi ha lanciato delle linee editoriali basate sulla terza edizione può continuare a svilupparle con lo stesso sistema o dovrà per forza passare alla quarta edizione (a prescindere da quello che sarà il destino di Methyrfall a cui tengo molto)?
Hellboy
 
Messaggi: 0
Iscritto il: gio lug 06, 2006 8:19 am

Messaggioda Lucio Borgia » dom giu 22, 2008 3:30 am

Eccovi il passaggio controverso.

Immagine

Il punto è il seguente.
Un'interpretazione che definiremo "letterale" del summenzionato art. consentirebbe alla Wizards di acquisire materiali e prodotti che contengono:
1. concetti,
2. storie,
3. contenuti simili a quelli presentati nei prodotti dei licenziatari.

Leggendo in questo modo il rubricato, sembrerebbe proprio che la WotC si sia riservata il diritto di inserire (nei suoi prodotti) tutto quanto le potrebbe mai piacere delle pubblicazioni edite dai licenziatari.

L'interpretazione "estensiva" invece, legherebbe la parola simili non solo a contenuti, ma anche a concetti e storie, negando quindi la temuta facoltà di riproposizione pedissequa.
Come a dire: posso fare un manuale su una fonte di energia magica caduta dal cielo sotto forma di meteorite (per fare un esempio a tema), ma non posso chiamarlo methyrdom o attribuirgli le stesse peculiarità.

Quale delle due è la preferibile? (in senso strettamente giuridico, ovvio, e non dal nostro punto di vista interessato)
"Il valore è comune, ma le grandi anime sono rare" - Anonimo Ardito
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda mirkolino » dom giu 22, 2008 9:03 am

Bè a me suona tanto simile al lavoro fatto da Bill Gates con Windows. Agli albori permisero a terzi di sviluppare software, poi, quando oramai tutti avevano windows sui loro PC chiusero le porte in"castrando" tutti.

Operazione commerciale a dirp oco scontata :twisted:
Responsabile dello studio
TERRANOVA - Grafica e GDR
Autore di Vento dell'Est
mirkolino
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven ago 11, 2006 11:48 am

Messaggioda Lucio Borgia » dom giu 22, 2008 9:43 am

Vediamo. Sinceramente la preoccupazione c'è. Mi piacerebbe anche sentire cosa ne pensa Vito.
"Il valore è comune, ma le grandi anime sono rare" - Anonimo Ardito
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda Vito » lun giu 23, 2008 9:05 am

Precisando che mi occupo di diritto penale (e quindi la mia opinione vale sostanzialmente quanto le chiacchere da bar), entrambe le soluzioni sono astrattamente corrette. La versione "estensiva" sembra quella più logica(e forse è anche quella più in linea con il nostro modo di pensare il diritto d'autore), tuttavia ciò non è garanzia di nulla, anzi. Per come la vedo io, chiunque in futuro deciderà di produrre materiale sotto la scure della nuova licenza dovrebbe preventivamente contattare la Hasbro per l'interpretazione "autentica", magari facendosi rilasciare qualcosa di scritto. Dico dovrebbe perchè nei mesi seguenti i dubbi saranno risolti: anche per il vecchio D20 ci fu un po' di confusione all'inizio, poi le cose si aggiustarono.
Una cosa ottima sarebbe, visto che sia Lucio che Ator se ne stanno già occupando, sentire qualche compatriota in procinto di produrre materiale D20 per sapere come intende comportarsi al riguardo
... I am The Game... and I'm always...
That damn good!
Avatar utente
Vito
 
Messaggi: 0
Iscritto il: dom feb 01, 2004 11:58 pm

Messaggioda Seoman » lun giu 23, 2008 4:33 pm

io leggendo la 4ed, mi sono venute le prime idee..
oramai nella 4ed non ci sono piu gli stregoni ( almeno nel modo in cui erano pensati prima ), e di conseguenza dovranno essere introdotti da Methyrfall ( non state pensando di ucciderli,vero?).
Oramai ad ogni lancio di incantesimo, volente o nolente, è coinvolto il tiro di un dado ( per me cosa positiva della 4ed è proprio la buona dinamicità delle vecchie CD e Tiri Salvezza contro incantesimi).
I maghi, ovvero quelli che studiano per sfruttare il potere del methyrdome, potrebbero avere al posto del tiro di dado un 10 fisso.
D'altronde, sono gli stregoni quelli che hanno nelle vene il methyrdome.

Potrei postare la mia idea di stregone in 4ed, oppure è poco interessante?
Avatar utente
Seoman
 
Messaggi: 0
Iscritto il: gio set 07, 2006 6:12 pm

Messaggioda Grindall di Targos » lun giu 23, 2008 4:46 pm

oramai nella 4ed non ci sono piu gli stregoni ( almeno nel modo in cui erano pensati prima ), e di conseguenza dovranno essere introdotti da Methyrfall ( non state pensando di ucciderli,vero?).


Lo Stregone probabilmente sarà nel Manuale del Giocatore II...in ogni caso è un problema che si aggiunge perchè l'eventuale conversione comporterebbe:a)l'attesa dell'eventuale pubblicazione da parte della WotC dello Stregone, b)la creazione ex novo dello Stregone,sempre che sia possibile bypassando questioni di diritti,licenze&Co.(di cui assolutamente non so nulla,quindi la butto li! :))
Ultima modifica di Grindall di Targos il lun giu 23, 2008 5:54 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Grindall di Targos
 
Messaggi: 0
Iscritto il: gio dic 16, 2004 5:16 pm
Località: Reggiolo(RE)

Messaggioda Lucio Borgia » lun giu 23, 2008 5:26 pm

Tombola!!! Ce l'ho qui la brioche!

Questo è il vero problema della conversione. Gli stregoni non possono assolutamente essere eliminati da MethyrFall, essendo una componente fondamentale dell'ambientazione.

In realtà alcuni problemi, minori, si pongono anche in relazione ai Piani, ma il grosso dramma è proprio quello relativo alla classe.
Non vi preoccupate, ad ogni modo, ci sarà forse da aspettare ma vedrete questa linea proseguire, e nel frattempo continuare a vivere in molti altri modi! (come gli speciali su Wyzard Quest) :wink:
"Il valore è comune, ma le grandi anime sono rare" - Anonimo Ardito
Avatar utente
Lucio Borgia
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:21 am

Messaggioda mirkolino » mar giu 24, 2008 6:38 am

Forse una linea di sola ambientazione con moduli di adattamento come fa la Green ronin non sarebbe male.
Responsabile dello studio
TERRANOVA - Grafica e GDR
Autore di Vento dell'Est
mirkolino
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven ago 11, 2006 11:48 am

Messaggioda mirkolino » gio lug 17, 2008 4:04 pm

Pare che la Kenzer and Co se ne sia fregata della licenza e abbia pubblicato l'ambientazione di Kalamar in modo libero per la 4a.

Non sono un legale ma se lo hanno fatto, o sono pazzi ho c'è un cavillo legale che lo permette.

Dateci una occhiata.

In alternativa potreste continuare a produrre per la 3.5, visto che si affacciano manuali come la 3.75 della Paizo e in italia, anche se poco conosciuto c'è anche il T20 (io ce lo vedrei molto Met. per il T20 ;))
Responsabile dello studio
TERRANOVA - Grafica e GDR
Autore di Vento dell'Est
mirkolino
 
Messaggi: 0
Iscritto il: ven ago 11, 2006 11:48 am

PrecedenteProssimo

Torna a Methyrfall

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron